img_contabilita

Servizi di Contabilità

Bilancio consolidato

L’obbligo è stato introdotto dal D. Lgs. 118/2011 che ha riformato l’ordinamento contabile delle pubbliche amministrazioni. Il Bilancio Consolidato  deve essere elaborato dall’ente locale capogruppo e deve includere gli organismi e gli enti strumentali controllati nonché le società partecipate e controllate dall’ente locale su cui quest’ultimo esercita un potere di influenza o di controllo significativo. Mercurio Servizi è in grado di fornire tutto il supporto contabile e amministrativo per arrivare a redigere il Bilancio Consolidato  e tutti i suoi allegati.

Il D. Lgs. 118/2011 ha stabilito i termini di decorrenza dell’obbligo di approvazione del Bilancio Consolidato:

  • Entro il 30/09/2017, i comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti che si sono avvalsi della facoltà prevista al c. 4 dell’art. 11 bis del D. Lgs. 118/2011, con riferimento all’esercizio 2016;
  • Entro il 30/09/2018, i comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti che si sono avvalsi della facoltà prevista al c. 4 dell’art. 11 bis del D. Lgs. 118/2011, con riferimento all’esercizio 2017

Relazione di fine mandato

L’elaborato, previsto dall’articolo 4 del D.Lgs 149/2011, deve essere redatto dal responsabile del servizio finanziario o dal segretario generale e deve essere sottoscritto dal Sindaco non oltre il sessantesimo giorno antecedente la data di scadenza del mandato.
Nei successivi quindici giorni, poi, la relazione deve essere certificata dall’organo di revisione dell’Ente locale e trasmessa sia al Tavolo tecnico interistituzionale istituito presso la Conferenza permanente per il coordinamento della finanza pubblica, sia alla Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti.
Contenuti: i contenuti sono quelli previsti dal Decreto del 26/4/2013 che ha approvato gli schemi tipo di relazione. In caso di mancato adempimento dell’obbligo di redazione e di pubblicazione, nel sito istituzionale dell’ente, sono previste gravi sanzioni a carico del sindaco e, qualora non abbia predisposto la relazione, del responsabile del servizio finanziario del comune o del segretario generale.
Il sindaco e’, inoltre, tenuto a dare notizia della mancata pubblicazione della relazione, motivandone le ragioni, nella pagina principale del sito istituzionale dell’ente.

Relazione di inizio mandato

L’adempimento previsto dal decreto del 26/4/2013 in attuazione dell’art. 4-bis del D.Lgs. 149/2011 così come integrato dalla legge 213/2012 obbliga i comuni a redigere, la relazione di inizio mandato.
L’elaborato deve essere redatto dal responsabile del servizio finanziario o dal segretario generale e deve essere sottoscritto dal Sindaco non oltre il novantesimo giorno dall’inizio del mandato elettorale.
Il servizio consiste nel redigere il documento che deve riportare la situazione finanziaria, patrimoniale e la misura dell’indebitamento dell’ente.
Il mancato adempimento comporta per gli enti gravi sanzioni.